Elena Datrino è nata a Vercelli nel 1977.

Diplomata in fotografia all' Istituto Europeo di Design di Milano nel 1999, ha lavorato come assistente per sette anni. Per quattro anni è assistente permanente dello studio Olona11 di Milano di Oliviero Venturi e Ludovica Sagramoso -pubblicità, food e still life, poi free lance per Edward Rozzo -industriale, Sonia Marin -still life, Studio Alkèmia -food e reportage, Emilio Tremolada -design, seguendo produzioni in Italia e in tutta Europa.

Nel 2009 è nominata Direttore di Studio per lo Studio 51/53 di Brugherio, Milano, una struttura di 500mq per produzioni musicali, pubblicitarie, servizi fotografici editoriali e video, di cui cura ideazione, progettazione e avviamento. Nel 2010 tiene workshops su tecniche di fotografia digitale e illuminazione in studio allo Spazio Tribù di Cantù, Como.

Oggi si occupa principalmente di ritratto e riproduzioni d'arte realizzando libri, monografie d'artista, servizi per gallerie, privati, musei, fondazioni ed editoria specializzata ( Museo della Permanente, FAI, Mazzotta, Allemandi, Bora, Paparo ). Collabora regolarmente con aziende riconosciute a livello internazionale quali Alessi, Moschino, Gucci, Edizioni Rizzoli e Mondadori per reportage, documentazioni di realizzazioni esclusive ( oggetti, vetrine, allestimenti ) e cataloghi.

Dal 1998 affianca all'attività commerciale quella di autrice. Ha realizzato mostre personali e partecipato a collettive in Italia e all'estero. Ha esposto ai Festival Internazionali di Fotografia Les Rencontres d' Arles, Francia e di Savignano Sul Rubicone, alla Galleria B.Brecht e AffordableArtFair di Milano, alla Galleria Vittoria di Roma e all' Accademia di Belle Arti di Roma.

Dal 2011 ha aperto il proprio Studio a Milano. Dal 2013 lo Studio è noleggiabile per produzioni foto e video. Lavorando con fotografi, registi e direttori della fotografia, incrementa costantemente la sua rete lavorativa, offrendo soluzioni e collaborazioni con professionisti dell'immagine per le produzioni visive più diverse, dalla pubblicità all'arte.

Elena Datrino was born in Vercelli, Italy in 1977.

Graduated in Photography at Istituto Europeo di Design of Milan, Italy in 1999, she started working as assistant for seven years. First as permanent studio assistant for Olona11 Studio, Milan Oliviero Venturi and Ludovica Sagramoso photographers -advertising + still life, then as free lance assistant for Edward Rozzo -industial, Sonia Marin -still life, Studio Alkèmia -food + reportage, Emilio Tremolada -design, for international productions in Italy and all over Europe.

In 2009 she' s nominated director of Studio 51/53, Brugherio, Milan a 500sqm studio for music, advertising, editorial photo/video productions. In 2010 she trades workshops of base digital photography and studio light techniques for Spazio Tribù, Cantù -Como.

Experienced in different photography fields, actually she mainly works for portrait and art photography productions, realizing catalogues and special services for galleries, antique dealers, museums,  foundations ( Museo della Permanente, FAI ), art editors ( Mazzotta, Allemandi, Bora, Paparo ) and personal fine art books for artists and privates. She also works in design and reportage fields, regularly collaborating with leading brands internationally known such as Alessi, Moschino, Gucci, Mondadori and Rizzoli Editions.

In addition to the commercial activity, she started in 1998 as selected young author for the International Photo Festival of Arles, France her personal photography research career with collective and personal projects. Her works have been exhibited at Savignano sul Rubicone International Photo Festival, B.Brecht Gallery and AffordableArtFair in Milan, Galleria Vittoria,Rome and Rome Art Academy.

From 2011 she opened her own Studio in Milan. From 2013 the Studio has become rentable for photo and video productions. Working with photographers, directors and dops guests, she's constanly increasing her working network, also collaborating for external agencies or freelances for many visual projects : from corporate to art.